Chi siamo

La Pontificia Università Antonianum è una istituzione didattica e scientifica promossa dall'Ordine dei Frati Minori e si rivolge a laici e laiche, seminaristi, religiosi e religiose: tutti sono invitati a condividere il nostro spirito!

La sede principale sorge a Roma, in via Merulana 124; altre sedi sono a Gerusalemme - Facoltà di Scienze BIbliche e Archeologia -, Murcia - Instituto Teológico de Murcia - e Venezia - Istituto di Studi Ecumenici "San Bernardino".

Breve storia

La storia della Pontificia Università Antonianum ebbe inizio nel 1887, allorché l’allora Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori, p. Bernardino Del Vago da Portogruaro, portò a compimento l’iniziativa di rifondare a Roma uno studio generale per tutto l’Ordine.

L’attività accademica prese avvio, con la benedizione di Leone XIII, il 20 novembre 1890; quarantatré anni dopo, il 17 maggio 1933, Pio XI, con decreto della Congregazione dei Seminari e delle Università degli Studi, dichiarò canonicamente eretto l'Athenaeum Antonianum de Urbe - il titolo di ateneo pontificio sarebbe giunto il 14 giugno 1938 -, autorizzato a conferire i gradi accademici di baccalaureato, licenza e dottorato grazie alle facoltà di Teologia, Diritto Canonico e Filosofia.

L'11 gennaio 2005, infine, dopo l'erezione della Facoltà di Scienze Bibliche e Archeologia, già incorporata nella Facoltà di Teologia come Studium Biblicum Franciscanum, Giovanni Paolo II concesse al Pontificio Ateneo Antonianum il titolo di università pontificia.

Struttura attuale

Nel corso degli anni l'Ateneo ebbe modo di ampliare l'offerta formativa e alle tre facoltà originarie furono affiancate nella conduzione dell'attività didattica e scientifica la Facoltà di Scienze Bibliche e Archeologia, l'Istituto Francescano di Spiritualità, l'Instituto Teológico de Murcia e l'Istituto di Studi Ecumenici S. Bernardino - operanti nell'ambito della Facoltà di Teologia -, la Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani e l'Istituto Superiore di Scienze Religiose Redemptor Hominis.

La Pontificia Università Antonianum nel mondo

La Pontificia Università Antonianum vuole alimentare la capacità di riflessione critica sulle sfide del mondo contemporaneo, nel rispetto di tutte le creature, quel rispetto che è anche riconoscimento della pluralità e condivisione dialogica in cui si concretizza la fede in Dio. Ed è appunto perseguendo il riconoscimento delle diverse culture e la cooperazione che la Pontificia Università Antonianum è presente, oltre che in Italia - con la sede romana, l’Istituto di Studi Ecumenici S. Bernardino di Venezia e gli studi teologici di Benevento, Liveri, Verona e Venezia -, Israele - con la Facoltà di Scienze Bibliche e Archeologia di Gerusalemme - e Spagna - con l’Instituto Teológico de Murcia -, anche in Brasile, Ecuador, Messico, Repubblica Democratica del Congo e Zambia, con gli studi di Petropolis, Quito, Monterey, Kolwesi e Lusaka.

Altre istituzioni

Altre istituzioni collegate a vario titolo all’Università sono la Commissione Scotista per l’edizione critica delle opere di Giovanni Duns Scoto e la Pontificia Accademia Mariana Internazionale per la promozione degli studi scientifici sulla Beata Vergine Maria, il Centro Italiano di Lullismo e la Commissio Sinica.